Il pavimento in wpc: una scelta innovativa

Il pavimento in wpc sta spopolando tra i possessori di giardini perché è una pavimentazione molto simile al parquet solo che è stato ideato per le zone esterne ed offre molti più vantaggi del vero legno.

Com’è fatto un pavimento WPC?

 

E’ realizzato con fibra di legno derivante dalla lavorazione di altri manufatti e la fibra viene combinata con una serie di materie plastiche e degli additivi composti da coloranti e fissanti.
La particolarità degli additivi è quella di non possedere nessuna sostanza tossica che possa nuocere alla salute degli utilizzatori del pavimento in wpc.

I pannelli di legno hanno la virtù di fungere da isolante termico grazie all’ accurato processo durante la realizzazione che prevede che gli scarti del legno vengano sminuzzati, sfibrati ed infine pressati.

Le materie plastiche che vengono aggiunte alla fibra derivano da polimeri termoindurenti, termoplastici ed elastomeri.
Per realizzare i pannelli in wpc vengono usati i polimeri termoplastici che subiscono un processo di solidificazione per poi passare allo stato viscoso per rendere la sostanza malleabile e poterla lavorare.
I polimeri più adoperati sono ‘ il Polipropilene PP ed il Polietilene PE’.

pavimento-wpc

Vantaggi ed usi del pavimento wpc

Le virtù del wpc sono infinite a cominciare dalla sua riciclabilità infatti, viene considerato un prodotto di recupero in tutti i sensi perché i pannelli si possono riutilizzare ed adoperare per altre lavorazioni invece che essere gettati in una discarica.

Il pavimento wpc, una volta installato, dona la massima tranquillità perché è inattaccabile da muffe, licheni ed insetti, ha una superficie compatta e liscia, è antiscivolo, resiste a qualsiasi condizione atmosferica avversa e quindi all’irraggiamento solare e lunare e al gelo della notte.

Il pavimento wpc si adopera generalmente per gli esterni ma non è improbabile anche l’uso interno.

E’ l’ideale per i giardini e per i bordi delle piscine ma viene utilizzato anche per realizzare vialetti e pontili.

Inoltre, alcuni pannelli in wpc sono adoperati per corredare un giardino già provvisto di pavimenti in wpc con schermature solari, gazebo, pergolati, ma il wpc viene utilizzato anche per gli arredi classici da giardino come tavoli, sedie o panchine.

La posa in opera del wpc e la manutenzione

Installare i pannelli in wpc è di una semplicità assoluta e il pavimento in wpc può essere posato anche con le metodiche del fai da te se si possiede un pizzico di manualità.

E’ preferibile avvalersi di un esperto perché le geometrie sono diverse e la manodopera specializzata può creare scenografie sorprendenti.

Per posare il pavimento in wpc bisogna creare un massetto con un getto di calcestruzzo che non è necessario se il sottofondo si presenta già liscio ed omogeneo.
Il massetto dovrà avere la giusta pendenza per favorire il defluire delle acque piovane nei vari canali di scolo e per evitare che l’acqua ristagni.

I listoni o i quadrotti in wpc verranno fissati ad una sottostruttura formata da magatelli con il supporto di viti speciali o di clips a scomparsa in modo che i pannelli risulteranno perfettamente uniti tra loro e appariranno come un vero e proprio parquet.

I quadrotti sono gli elementi più utilizzati perché sono composti da 4/5 quadrotti già assemblati in stabilimento e che devono solo essere incastrati per realizzare il pavimento o il camminamento.

Il pavimento wpc non ha bisogno di chissà quale manutenzione anche se è consigliabile pulirlo frequentemente se si trova in zone salmastre o ai bordi delle piscine.
Questa pulizia costante occorre per eliminare i residui di salsedine e di cloro ma non è affatto difficoltosa.

Basta riempire un secchio di acqua tiepida e aggiungere del detergente non aggressivo e poi immergere una scopa nel liquido e strofinarla sulle superfici.
Con una pompa da giardino basterà sciacquare per bene per ottenere un pavimento wpc lucido come se fosse stato appena installato.

Solo nei casi più difficili c’è bisogno di una carteggiatura con carta vetrata a grana fine ma in genere, anche macchie molto ostinate si eliminano come precedentemente spiegato.
 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *