Risarcimento incidente stradale, come ottenerlo per pagare le cure

Un incidente stradale è un evento che nessuno si augura, ovviamente, tuttavia è sempre meglio sapere come comportarsi in caso accada. Molto spesso, infatti, anche per incidenti banali in cui sono coinvolti solo i mezzi o ci sono feriti non gravi, non si sa come reagire, magari perché presi dal panico o perché non si riesce a trovare l’accordo con l’altro automobilista coinvolto nel sinistro e non si sa come richiedere un risarcimento incidente stradale.

Come si richiede il risarcimento per un incidente stradale

Ottenere il giusto risarcimento in un incidente stradale può sembrare una cosa molto semplice, soprattutto da quando la normativa è stata cambiata, invece così facile, purtroppo, non è. Per questi motivi è sempre consigliabile rivolgersi a un’esperto professionista, perché il rischio è quello di non vedere un risarcimento congruo o addirittura di non vederlo per niente. Oggi come oggi esistono due modalità per chiedere un risarcimento in seguito a un incidente stradale: con indennizzo diretto o nel modo tradizionale.

Indennizzo diretto

Si può chiedere se si rientra in un certo tipo di casistiche tra cui che non vi sia coinvolto un ferito grave, quindi con macrolesioni, più di 9 punti di percentuale di invalidità. Se si rientra in questo caso, si può procedere con la domanda di risarcimento da presentare alla propria assicurazione. Questo in teoria avrebbe dovuto facilitare le cose, o almeno era quello il motivo per cui la normativa era stata introdotta, ma purtroppo il metodo non sembra aver sortito i risultati auspicati.

Infatti, essere risarciti in modo congruo oggi è alquanto difficoltoso perché le assicurazioni tendono a liquidare i sinistri ma orientandosi verso il basso, quindi con risarcimenti che sempre più spesso non risultano soddisfacenti per chi ne fa richiesta.

Se il risarcimento non mi soddisfa

In questo caso, se si ottiene un’offerta di risarcimento e non dovesse risultare congrua ai danni subiti, si dovrà rifiutare. Si dovrà quindi procedere con una richiesta di risarcimento seguendo il vecchio iter, quindi con una vera e propria azione legale, e qui non si può prescindere dall’intervento di un professionista. A questo punto le tempistiche si dilateranno perché la domanda di risarcimento dovrà essere fatta pervenire all’assicurazione della contro parte e, ammesso che questa avalli la nostra versione, occorrerà qualche tempo tra visite di controllo e perizie.

Le difficoltà iniziano nel momento in cui l’accordo con l’altra parte coinvolta nel sinistro non ci fosse. In questo caso è bene al momento dell’incidente scattare foto, fare video della posizione delle auto prima di rimuoverle e cercare dei testimoni che abbiano assistito all’incidente.

La salute prima di tutto

risarcimnto-incidente-stradale-02In ogni caso il consiglio è quello di pensare prima di tutto alla salute quindi se si devono iniziare delle cure, anche cure estetiche, è bene farlo prendendo nota di tutte le spese che devono essere tracciabili con fatture o scontrini o con pagamenti con carte di credito. Il percorso di riabilitazione non dovrebbe mai essere rimandato perché eventuali lesioni, per quanto possano non essere gravi potrebbero portare a degli strascichi o a delle conseguenze non piacevoli.

Chiaramente l’aiuto di un legale può essere risolutivo al fine di ottenere al più presto il risarcimento più idoneo nel più breve tempo possibile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *