Prestiti Online: perché conviene chiederli

Perché chiedere prestiti online è la soluzione giusta

La crisi economica, che da diversi anni attanaglia gran parte del mondo, non deve certo scoraggiare coloro che hanno voglia di effettuare un investimento. Infatti la concreta possibilità per venire incontro alle più svariate esigenze arriva grazie ai prestiti online: sono sempre di più coloro che richiedono prestiti direttamente via web. Innanzitutto uno degli aspetti principali che fa avvicinare un numero sempre più elevato di persone ai prestiti online è la possibilità di gestire la pratica in totale autonomia e direttamente da casa. Basta avere una connessione ad internet ed un pc per poter completare il tutto. Inoltre anche l’aspetto del confronto con altre proposte di finanziamento non è certo un qualcosa di poco conveniente: infatti esistono dei portali che permettono di paragonare le differenti offerte per trovare quella sicuramente più conveniente. Un’ottima occasione per non perdersi davvero nulla del mondo dei prestiti e per rimanere sempre aggiornati sulle maggiori proposte da cogliere al volo.

Dove trovare i migliori prestiti online

Il sito PRESTIAMOCI si candida ad essere sicuramente uno dei siti più convenienti per quelle persone che sono alla ricerca di prestiti online. Grazie a PRESTIAMOCI infatti sarà possibile richiedere un prestito di varia entità e fare in modo che possa essere soddisfatta qualsiasi esigenza. Collegarsi a questo portale è sicuramente l’occasione ideale per non dover avere prestiti da banche o altri istituti con tassi di interesse notevoli e assai gravosi. Infatti i prestiti che si possono richiedere su questo portale sono a misura di tutti. Non solo persone adulte, ma anche giovani coppie o persone che hanno esigenze diverse. L’obiettivo è quello di far avvicinare un numero sempre più elevato di persone al mondo dei prestiti così da scoprirne l’assoluta convenienza. Ecco perché chi vuole acquistare la macchina o una casa o un qualsiasi altro bene troverà la soluzione fatta su misura per le sue esigenze. Diventa così un’occasione troppo conveniente per farsela scappare.

Possibilità di investire su PRESTIAMOCI

Il sito PRESTIAMOCI è certamente la migliore opportunità possibile per chiedere prestiti, ma anche per investire. Su questo portale esiste un vero e proprio marketplace che permette alle persone che abbiano voglia di investire su questa realtà di mettere a disposizione dei capitali. Questi verranno utilizzati da coloro che hanno necessità di un prestito per soddisfare una determinata esigenza. Una vera e propria strategia vincente può essere messa in atto su PRESTIAMOCI che, ad oggi, è una delle migliori possibilità per chi ha bisogno di prestiti online o per chi voglia investire. Gli incassi sono garantiti fin dal primo mese, senza dimenticare che ci sono alti rendimenti sulle cifre che vengono investite: nessuno andrà a perderci in questa attività. Ovviamente un altro aspetto che rende PRESTIAMOCI la soluzione vincente per i propri investimenti è anche la diversificazione del portafoglio dell’investitore. Questo vuol dire che con il capitale investito si potranno concedere una serie di prestiti per ridurre al minimo il rischio. PRESTIAMOCI è la soluzione ideale per prestiti online.

La sicurezza dei prestiti online

I prestiti online tra privati sono sicuri sotto ogni punto di vista, e anzi rappresentano un’opportunità degna di grande attenzione in un mercato che ha bisogno di respirare come quello del credito. I segnali di ripresa che si riscontrano in questo settore, per altro, dipendono proprio dai finanziamenti online, che vengono scelti sempre più di frequente per la semplicità che caratterizza le procedure di erogazione. In più, c’è da tenere presente che i costi accessori sono più bassi, così come i tassi di interesse.

Le piattaforme peer to peer per il social lending colgono al volo questa occasione e ne approfittano per offrire un servizio disponibile 24 ore su 24: l’incontro tra le esigenze dei privati (quelli che hanno bisogno di soldi e quelli che intendono metterli a disposizione per investirli) è possibile grazie al web e consente di non avere più niente a che fare con la costosa intermediazione delle società finanziarie o delle banche. Tra le peculiarità degne di rilievo di questa soluzione va individuato il fatto che a ogni soggetto che richiede un prestito è attribuito un rating: un punteggio, insomma, cioè un giudizio relativo al suo livello di affidabilità.

Il rating va a incidere, poi, sulla definizione del finanziamento: tanto più il suo livello è basso e quanto più i tassi di interesse si alzano, in modo tale che il rischio per i prestatori possa essere compensato. Niente di troppo complicato: semplificando molto, se presto dei soldi a più soggetti poco affidabili, applicherò dei tassi di interesse molto alti in modo tale che se uno di questi soggetti poi non dovesse pagare io potrò comunque compensare la perdita con i guadagni ottenuti con gli interessi degli altri. Ovviamente, il social lending è un po’ più elaborato di questa spiegazione, che serve comunque a dare un’idea dei principi che lo regolano.

La maggiore elaborazione è dovuta al fatto che con i prestiti tra privati non succede mai che un prestatore finanzi un solo richiedente con tutto il proprio denaro: accade, invece, che il richiedente riceve i soldi da molteplici prestatori, e che il prestatore a sua volta dia i propri soldi a richiedenti differenti. Il tutto rientra in un’ottica di diversificazione del rischio, di diluizione delle possibili – per quanto indesiderate – perdite che si potrebbero verificare nella sciagurata ipotesi di un’insolvenza. Per ogni prestatore è stabilita una determinata quota capitale abbinata a uno specifico tasso.

Il tasso fisso viene calcolato sulla base della media ponderata dei tassi che ogni prestatore richiede. Una volta che il prestito viene restituito dai richiedenti con una rata mensile (a volte la cadenza può anche essere più lunga), la piattaforma ridistribuisce il denaro a coloro che l’hanno prestato in funzione della quota capitale che spetta a ognuno di loro e, naturalmente, della quota di interessi. Come si vede, con una soluzione di questo tipo sono tutti avvantaggiati: i richiedenti, perché pagano il finanziamento meno di quel che sarebbero costretti a fare se andassero in banca; e i prestatori, perché sono al sicuro da imprevisti.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *